• Contactez-nous

Alliance française de Bari

STUPOR MUNDI

Tavole di Néjib

24 novembre- 17 dicembre al Museo Civico Bari.

L’ingegno dell’uomo può forse sfidare la potenza creatrice di Dio ?

Annibale Qassim El Battuti, il più insigne scienziato del mondo arabo, è arrivato dalla lontana Baghdad a Castel del Monte, nelle Puglie. Ha chiesto sostegno e protezione a Federico II, al quale vuole mostrare la sua rivoluzionaria invenzione : la « Casa della luce ». Tra i sapienti riuniti alla corte dell’imperatore mecenate c’è fermento. Matematici come il grande Fibonacci, astrologi, alchimisti, frati bibliotecari, maestri di scienza e custodi della fede si dividono tra amici e nemici. Intorno alla misteriosa scoperta del dotto orientale si succedono dispute, gelosie, intrighi nell’ombra, mentre cominciano ad affiorare gli sconcertanti segreti del passato… « Un’opera sorprendente ed eccitante »
Un classico istantaneo, vincitore del Prix Révélation Quai des Bulles 2016 e selezionato tra i migliori graphic novel al Festival di Angoulême 2017.

Néjib nasce nel 1976 in Tunisia, dove vive fino ai dieci anni. Lì divora le avventure di Spirou per poi scoprire in Francia il fumetto « adulto » tramite autori come Moebius e Tardi. Frequentatore assiduo della biblioteca di Saint-Cloud, gli capita di scovare un esemplare di Métal Hurlant nelle bancarelle di libri usati sul lungo Senna. Qualche anno dopo è ammesso all’Ecole nationale supérieure des arts décoratifs di Parigi ; in questo periodo si allontana del tutto dal fumetto… per tornarvi in seguito con più trasporto grazie alla lettura di Persepolis di Marjane Satrapi e di Ogres di David B. e Christhophe Blain. La sua carriera professionale comincia facendo fallire due start up, quindi lavora nell’editoria per una decina d’anni e poi diventa direttore artistico della casa editrice Casterman, specializzata nella pubblicazione di fumetti e di libri per l’infanzia. In parallelo pubblica diversi libri per bambini (L’abécédaire zoométrique, Rond, Triangle, Carré) e nel 2012 firma il suo primo fumetto. Haddon Hall : Quand David inventa Bowie. Appassionato d’arte e di arti visive a 360 gradi – disegno, pittura, fumetto, fotografia – ha sempre al centro delle proprie riflessioni il ruolo e la potenza delle immagini.
Con Stupor Mundi conferma il suo notevole talento narrativo e la sua raffinatezza grafica.
Stupor Mundi, Gallimard, 2016 – tradotto in italiano da Coconino Press-Fandango, 2017