• Contactez-nous

Alliance française de Bari

Hommage à Albert Camus

Rassegna cinematografica di novembre

In occasione del centenario della nascita di Albert Camus, la rassegna cinematografica del mese di novembre illustrerà i trascorsi, luci e ombre di uno dei personaggi più controversi e poliedrici della letteratura e del giornalismo francese. Per ricordare lo scrittore e giornalista, interprete e testimone della condizione umana, condizione resa ancora più precaria e sofferente dagli eventi che, sotto i suoi occhi, scossero la Francia e l’Algeria, l’Alliance Française di Bari dedicherà i giovedì cinematografici a tre documentari incentrati su Albert Camus, al suo operato e agli effetti che questo ha avuto sul pubblico di tutto il mondo e su se stesso.

Giovedì 7 novembre 2013 ore 18.00
- 
Vivre avec Camus, 2013 - 54 min.
- 
di Joël Calmettes

Documentario realizzato in occasione del centenario della nascita dello scrittore più letto e più tradotto al mondo, Vivre avec Camus incontra i lettori da tutto il mondo che raccontano l’effetto sulle loro vite della lettura delle opere di Albert Camus, una piccola comunità legata dalla felicità di leggere Camus. Molto probabilmente è proprio questo, la testimonianza dei lettori appassionati, l’omaggio più forte e grato che a uno scrittore si possa offrire.

Giovedì 14 novembre 2013 ore 18.00
- 
Le Journalisme engagé, 2009 - 52 min.
- 
di Joël Calmettes

Albert Camus divenne giornalista per caso, un caso che generò poi quella passione che lo avrebbe accompagnato per tutta la vita. Il documentario inizia con le parole del discorso pronunciato in occasione del conferimento del Premio Nobel per la letteratura, con le affermazioni che hanno marcato in modo indelebile il suo lavoro e la sua testimonianza ; Il rifiuto di mentire su ciò che è noto e la resistenza all’oppressione :
Quelles que soient nos infirmités personnelles, la noblesse de notre métier s’enracinera toujours dans deux engagements difficiles à maintenir : le refus de mentir sur ce que l’on sait et la résistance à l’oppression.

Giovedì 21 novembre 2013 ore 18.00
- 
La tragédie du bonheur, 1999 - 55 min.
- 
di Joël Calmettes, Jean Daniel

Il ritratto tracciato da Jean Daniel (giornalista e fraterno amico di Camus) e Joël Calmettes cerca di dissolvere l’immagine negativa, tragica o, al contrario naïf, con la quale spesso Albert Camus è stato etichettato. Si ritrae il tentativo di avvicinarsi poco a poco alla « gioia di vivere », la storia di Camus è animata dalla ricerca della felicità, che sia voluttà, esaltazione o superamento dei limiti. Dai tempi della scuola in Algeria al Premio Nobel, dal giornalismo alla resistenza, questa ricerca della ragion dell’essere e dell’essere felice sarà le fil rouge di tutta la sua vita.