• Contactez-nous

Alliance française de Bari

Atlante mondiale delle migrazioni

Migrazioni e frontiere, di Catherine Wihtol de Wenden

Martedì 2 dicembre 2014, ore 18.00
- Università degli Studi di Bari, Dipartimento di Scienze Politiche
- Aula Aldo Moro - Piazza Cesare Battisti, 1

Migrazioni e frontiere
- Conferenza di Catherine Wihtol de Wenden
- Incontro moderato dal Prof. Daniele Petrosino

Fin dalle sue origini l’umanità si è spostata in maniera incessante alla ricerca di condizioni di vita migliori, da una regione all’altra, da un continente all’altro. Oggi con la globalizzazione le dimensioni del fenomeno e la velocità degli spostamenti sono cambiate in maniera radicale : su una popolazione mondiale di oltre 6 miliardi di persone, circa 200 milioni sono migranti. Nel grande scenario dei movimenti delle popolazioni, ci sono da una parte persone spesso giovani e istruite che, per sfuggire a crisi politiche o ambientali, sfidano enormi pericoli sperando in un futuro migliore ; dall’altra, i Paesi meta delle migrazioni, alle prese con l’invecchiamento dei propri abitanti e la scarsità di manodopera in settori come l’edilizia, l’agricoltura e i servizi assistenziali. L’Atlante mondiale delle migrazioni spiega come migrazione e sviluppo siano interdipendenti, ognuno causa e insieme effetto dell’altro, e come sia possibile una strategia che benefici il Paese d’origine, quello d’accoglienza e i migranti stessi.

* Catherine Wihtol de Wenden è giurista, direttrice di ricerca del Centre National de la Recherche Scientifique e consulente di diverse organizzazioni, tra cui l’OCSE, la Commissione Europea, l’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’ONU e il Consiglio d’Europa.